Si và ad elezioni anticipatissime, di corsa. ALTERNATIVA ITALIA

Si và ad elezioni anticipatissime, di corsa .
Il mio richiamo ad accellerare ogni valutazione fa  presente a tutti che ora come ora, solo sulle frammentazioni e sulle artate creazioni di soggetti non genuini può contare chi ha necessitatamente dovuto ma anche voluto spalancare alle elezioni anticipate , ma si completa con una osservazione più generale e non certo  elettorale .
Abbiamo alcune indicazioni su un qualcosa che in termini istituzionali e di LEGALITA’ si potrebbe muovere , e che arriverebbe nella primavera . Non posso dire altro e non ho, ma anche se le avessi  non potrei darle, indicazioni più puntuali e concrete . Mi limito a dire che vi è una ipotesi , coerente con una lavoro espletato pubblicamente a spregio del rischio che comportava, e che vi sono indicazioni confluenti .
SE così “fosse ” siamo “anche ” ad un tentativo di riprendere in mano la situazione . 
E ogni miopia e limitatezza di valutazione e logica, di parte, sarebbe condannata dalla storia . 
Serrare le fila e pensare un luogo di alleanza per la  ALTERNATIVA ITALIA per  tutti coloro che possono veramente e onestamente affermare SIAMO la ALTERNATIVA ITALIA , pensare ad una unica LISTA S.A.I. non è un salto ingenuo nè una apertura alla confusione . Se la analisi è giusta è la unica cosa da fare, passando sopra con il cuore sui rischi che potrebbe comportare una operazione improvvisata tra “apparati” ed “apparatini”  ma in realtà lentamente maturata attraverso una attività condivisa . 
Mi rimetto alle consultazioni ed al dibattito collettivo e invito tutti a pensare solo e generosamente al futuro del nostro paese e degli altri paesi dell’Europa e dell’occidemte . Oggi l’Europa e il mondo guardano all’Italia . 
Conto che sapremo essere all’altezza del momento che non è solo politico sociale ed conomico ma storico . Se venisserro effettivamente al pettine della storia strategie e una epoca,  chiunque in via di mera ipotesi continuasse a pensare  in termini meschini e limitati,  farebbe un errore, imperdonabile . 
Vi è poi il modo di assicurare a ciascuno un ruolo coerente  ma non si puà aspettare , Si decida subito . Mi rimetterò alle decisioni ed ai fatti ma vengano subito decisioni consapevoli e fatti coerenti con analisi complete . 
La mia posizione generale e strategica a riguardo è nota : i fatti sembrano muoversi verso quella necessità intravista da tempo . Un abbraccio affettuoso .
PAOLO FERRARO